fbpx

Sono incinta?

Come posso esserne sicura al 100%?

La risposta è presto detta: eseguendo un test di gravidanza!

Il test di gravidanza è un argomento molto ricercato e molto dibattuto tra le donne, soprattutto quando ci si trova alla prima possibile gravidanza.

Nell’articolo di oggi parleremo proprio del test di gravidanza: quali sono i diversi tipi di test esistenti, come sono fatti e come si eseguono.

Cosa misura il test di gravidanza?

Il fattore principale che accomuna tutti i test di gravidanza è che cosa va ad “analizzare”: il test di gravidanza ha una “sensibilità” che è in grado di rilevare la presenza o meno del Beta HCG (Gonadotropina corionica umana), che altro non è che l’ormone della gravidanza.

Quali tipi di test di gravidanza esistono?

Ne esistono principalmente due tipologie, che ora vedremo.

1) Test di gravidanza da eseguire sulle urine

È il classico stick (bastoncino) che si può acquistare in farmacia, nelle sanitarie, al supermercato o nei distributori automatici.

Ne esistono di diverse marche, prezzo e modalità di lettura del risultato.

Il prezzo di questo test di gravidanza varia dai 6/7 Euro fino ai 16/17 Euro.

Per alcuni la modalità di lettura è in “lineette”: cioè una linea significa esito negativo e due linee significa esito positivo.

Altri, invece, visualizzano già sul display dello stick le settimane di gravidanza in caso di positività oppure può risultare la scritta “non incinta”.

Come si fa il test di gravidanza con lo stick?

Indipendentemente da marca, prezzo e modalità del risultato il test si effettua in modo uguale. 

Una volta aperta la confezione e scoperta la parte dello stick “assorbente”, è sufficiente far cadere un po’ di flusso di urina sulla parte assorbente per poi ricoprirla con il tappo in dotazione. 

In media basterà attendere circa 5 minuti per avere il risultato.

2) Test di gravidanza sul sangue

Il Beta HCG può essere rilevato o meno attraverso un prelievo del sangue.

Questo prelievo si può eseguire in ospedale con impegnativa del medico curante oppure presso laboratori privati con o senza impegnativa del medico.

Il risultato (pronto in uno o massimo due giorni) può essere negativo (cioè non viene rilevato l’ormone della gravidanza) oppure positivo (cioè viene rilevato e calcolato la quantità dell’ormone della gravidanza presente).

Quali sono le differenze tra i due tipi di test?

Il test sulle urine può risultare come un falso negativo: cioè può accadere che la donna sia in gravidanza, ma il test non lo rileva. 

Questo può accadere perché la presenza di Beta HCG impiega più giorni ad essere presente nelle urine rispetto invece al test sul sangue che calcolando in numero la presenza o meno dell’ormone lo rileva già dopo un sospetto di ritardo.

Un’altra differenza sta appunto nel dosaggio del Beta HCG: il test sulle urine dice solo se è positivo o negativo (fatto salvo per quelli più innovativi che indicano le “settimane” di gravidanza anche se è sempre un range e mai una settimana di gravidanza esatta).

Invece il test sul sangue indica il dosaggio dell’ormone della gravidanza (ogni laboratorio nella propria unità di misura) e quindi si ha un riferimento un po’ più chiaro delle settimane di gravidanza, prendendo come riferimento la data dell’ultima mestruazione.

Quale test di gravidanza conviene fare?

Il test sulle urine è sicuramente quello più facilmente reperibile, anche di notte per esempio nei distributori delle farmacie, nel caso un ritardo del ciclo ci spinga a provare il test per sapere l’esito.

In linea di massima però il consiglio dei professionisti è sempre quello di fare entrambi i test di gravidanza: dopo quello sulle urine è sempre consigliabile fare un’esame del sangue per conferma e per dosare correttamente l’ormone Beta HCG.

Quante volte fare il test di gravidanza?

A volte i professionisti (ginecologo o ostetrica) consigliano di ripetere una seconda volta il test di gravidanza sul sangue, a distanza di una decina di giorni dal primo prelievo, per avere la conferma che l’ormone aumenti rispetto al primo dosaggio.

L’aumento del dosaggio di Beta HCG nel secondo prelievo è un buon segno per l’avvio della gravidanza; sullo stick delle urine, invece, non è possibile notare questo aumento.

Come aumenta il Beta HCG?

Questo ormone, in caso positivo di gravidanza, ha un’aumento molto veloce nelle prime settimane di gravidanza.

Aumenta del doppio o anche del triplo di settimana in settimana.

Un rallentamento della crescita di questo ormone, invece, va tenuto sotto controllo dai professionisti (ginecologo o ostetrica).

Con l’ecografia nelle primissime settimane purtroppo non è possibile vedere già la crescita fetale (si parla di dimensioni vicine a pochi millimetri!) quindi il dosaggio sul sangue del Beta HCG è il primissimo dato che può confermare l’inizio e il buon avvio di una gravidanza.

Altre domande?

Se hai dei dubbi o altre domande in merito al test di gravidanza, gli ormoni Beta HCG o altro non esitare a scriverci o a contattarci: saremo felici di poterti aiutare!