fbpx

L’abitudine ad una buona igiene intima è la base per un corretto stile di vita che dovrebbe essere insegnato fin dall’infanzia.

Non si tratta, infatti, di insegnare solo ed esclusivamente le varie modalità di lavaggio intimo e pulizia, ma soprattutto di adottare tutti quei comportamenti utili per prevenire disturbi genitali di vario tipo come possibili perdite, irritazioni, infiammazioni, cistiti ecc…

Vediamo allora per la tua igiene intima femminile consigli, indicazioni per un corretto igiene intimo e prodotti igiene intima femminile.

Igiene intima femminile come lavarsi

La vagina rappresenta il cuore della femminilità di ciascuna ragazza/donna e per questo ha bisogno di un’attenzione in più.
L’obiettivo principale della igiene femminile comprende la giusta detersione di grandi e piccole labbra, uretra, clitoride e introito vaginale con acqua e un po’ di sapone delicato.

La giusta modalità di detersione prevede un movimento da davanti (quindi dalla vagina) a dietro (verso il retto) in modo tale da prevenire il trasporto di possibili batteri presenti nella zona anale verso la vagina. Questa è la prassi corretta igiene intima femminile. 

Igiene intima femminile

Dopo il lavaggio è consigliabile asciugare con cura la zona utilizzando un asciugamano strettamente personale tamponando senza sfregare.

È importante ricordare che esagerare con l’utilizzo del sapone durante l’igiene intima donna, comporta una secchezza della pelle riducendone la naturale elasticità. La stessa cosa succede se non si procede con un generoso risciacquo dopo l’applicazione del detergente intimo.


PH vaginale

Durante l’età fertile il pH vaginale è leggermente più acido (intorno a 4,5). Per questo motivo i prodotti igiene intima femminile che andremo ad utilizzare dovrebbero avere un pH neutro (5, 5-6).

In ambienti più “a rischio” come palestre, piscine, saune o centri termali è consigliabile utilizzare detergenti adatti a luoghi considerati di ad alto rischio.

Cosa posso o non posso indossare?

Per aiutare la pelle a “respirare” è consigliabile utilizzare tutti indumenti, soprattutto quelli intimi, esclusivamente di cotone evitando materiali sintetici che possono causare un aumento di calore e umidità favorendo la proliferazione dei batteri.

Inoltre, è bene limitare l’utilizzo di pantaloni, leggins e collant troppo stretti che potrebbero andare ad irritare la zona intima particolarmente in quelle donne/ragazze che soffrono di cistite o candide ricorrenti.

Igiene intima femminile cosa indossare

Un’altra cosa da non dimenticare è che non bisognerebbe mai condividere la biancheria intima (specialmente l’asciugamano da bidèt) con altre persone, ma è importante l’utilizzo personale di quest’ultimo in modo tale da evitare il passaggio di batteri da una persona all’altra.

Alimentazione e igiene intima

Fondamentale è seguire una sana e corretta alimentazione in modo tale da favorire la regolare funzione intestinale e prevenire le infezioni intime.

Sono molti i cibi che ci danno una mano: in particolare quelli ricchi di fibre, contenute soprattutto in frutta e verdura.

Le fibre, assorbendo acqua nell’intestino, evitano la stipsi e contribuiscono a riequilibrare la flora batterica intestinale, vero e proprio serbatoio di batteri per l’ambiente vaginale. Anche yogurt cereali (fibre vegetaliaiutano l’intestino a funzionare in modo adeguato e promuovono lo sviluppo di una sana flora batterica.

È utile anche rinforzare le difese con vitamine e minerali come vitamina C, vitamina E, betacarotene, micronutrienti ed enzimi che vanno a contrastare l’invecchiamento precoce delle cellule e dell’insorgenza di infiammazioni, mantenendo efficiente l’azione difensiva del sistema immunitario dalle infezioni.

Igiene intima e mestruazioni

L’igiene intima durante il ciclo è ancora più importante rispetto agli altri giorni del mese perché la vagina è molto più sensibile.

Sia che si utilizzi assorbenti ultra sottili piuttosto che tamponi (o assorbenti interni) durante il ciclo, è importante cambiare l’assorbente da quattro a cinque volte al giorno, o più frequentemente nei momenti di maggiore intensità del flusso mestruale, cioè durante i primi due giorni del ciclo.

Igiene intima e mestruazioni

Coppette per igiene intima

Due buone novità degli ultimi anni è l’utilizzo degli assorbenti lavabili o delle coppette mestruali, due modalità più green per vivere al meglio le mestruazioni.

La coppetta è un prodotto comodo, igienica, discreta e non richiede particolari cure in quanto va cambiata dopo 8/12 ore in base al flusso, lavandola semplicemente sotto l’acqua corrente utilizzando pochissimo detergente intimo; naturalmente alla fine delle mestruazioni è bene sterilizzarla prima del ciclo successivo. 

Una coppetta può durare fino a 10 anni e il costo si aggira fra le 15/30 euro.

Ne esistono di varie misure, per flussi più o meno leggeri/importanti o per chi ha partorito naturalmente.

igiene intima coppetta

Assorbenti lavabili

Gli assorbenti lavabili rappresentano anche loro una valida alternativa. La loro forma ricorda molto quella degli assorbenti tradizionali, tanto che hanno persino le ali che si chiudono con un bottoncino di modo da assicurare la piena aderenza.

I tessuti sono molto più morbidi e non danno quella sensazione di contatto con qualcosa di estraneo o di ruvido.

Hanno una durata media di 4/5 anni e possono essere lavati tranquillamente insieme alla nostra biancheria, evitando accuratamente l’utilizzo di candeggina o altri smacchiatori che rovinerebbero i tessuti e potrebbero irritare la pelle.

Se gli assorbenti sono costituiti da tessuti naturali, è consigliabile lasciarli in ammollo in acqua fredda almeno per almeno un paio d’ore (fino a due giorni ma non oltre, per evitare l’effetto muffa), pre-trattando le macchie con il sapone di Marsiglia. Poi possiamo metterli in lavatrice a 40/50°C, avendo cura almeno una volta l’anno di fare un ciclo di lavaggio a 60°.

Assorbenti lavabili

Hai domande?

Se si hanno ancora dei dubbi su una una corretta igiene intima femminile, l’ostetrica è una figura amica che accompagna la donna in tutto il suo percorso di vita e che può aiutarla a risolvere ogni dubbi che le passa per la testa.